Skip to content

L’isola che non c’era

settembre 28, 2013

La Torre di Babele

Island appears after Pakistan Earthquake

È apparsa davanti alla costa di Gwadar, subito dopo il violento terremoto di magnitudo 7.8 che martedì ha colpito il Pakistan sud-occidentale. Un’isolotto spuntato dal mare, lungo un centinaio di metri, dalle linee frastagliate. Appena cessata la prima emergenza dopo il sisma, in molti si sono precipitati sulla nuova «isola». Tra i primi «visitatori» anche un gruppo di geologi interessati a studiare la nuova formazione rocciosa e che ora mettono in guardia i pescatori dall’avvicinarvisi troppo: l’isola, infatti, potrebbe scomparire altrettanto velocemente come è apparsa. «È fatta di pietre e fango» – ha spiegato a Geo Tv Mohammed Danish, geologo della Marina del Pakistan, sottolineando che il terreno della nuova isola continua a esalare gas in quantità tale da provocare notevoli fiammate ogni volta che qualcuno si accende una sigaretta. Si tratta di una formazione estremamente instabile, dunque, che potrebbe cambiare forma senza preavviso o, addirittura, collassare completamente sotto la…

View original post 241 altre parole

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: