Skip to content

Morte di un boia

ottobre 12, 2013

La Torre di Babele

bariloche 21 nove 1995 001

[1995] A metà novembre conosco uno dei luoghi mondiali del desiderio, la Patagonia. Scorci da paradiso terrestre, ma un freddo che non mi aspettavo. L’obiettivo è il criminale nazista Erich Priebke, nascosto dal 1954 addirittura a Bariloche, mischiato nella comunità tedesca. L’Italia ha ottenuto l’estradizione e l’obiettivo naturalmente è di intercettarlo. Ci appostiamo per giorni davanti al suo rifugio, ma è impossibile entrare. Riusciamo soltanto a rubare un’immagine alla finestra il giorno dell’imbarco ed è già un buon colpo.

I giornali argentini documentarono quell’attesa. Io sono a destra, vedete, accanto a Carlo Salezzari. Dopo averlo ospitato per quarant’anni da vivo ora da quelle parti non lo vogliono più. Non lo vuole più neppure Roma naturalmente che nei racconti prima della morte dice di “aver amato tanto”, probabilmente dimenticando quello che è successo un giorno lontano. “Ne ho solo ucciso uno, anzi due”. “Ordini solo ordini”. “I lager? tutto…

View original post 115 altre parole

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: