Skip to content

Metti il Natale a Kabul

dicembre 24, 2013

La Torre di Babele

Ho sempre “difeso” il Natale. Quando c’era da fare i turni per le feste, rinunciavo sempre al Capodanno: infatti ne ho passati tantissimi all’estero, spesso lontanissimo da casa. Ma non rinunciavo a quella che ancora ritengo una vera sacralità familiare. Talvolta non ci sono riuscito, come sei anni fa. 

img_6644

[Kabul, 25 dicembre 2007] Mi dicono che a Flower street ci sia da giorni un albero di Natale che nessuno compra. Flower street è il proseguimento di Chicken street, la via famosa come punto di riferimento dei quasi-turisti che ci cascano, appunto, come polli. Il negozio di fiori è quello dove ho fotografato Shafique anni fa. Vende solo fiori finti e l’albero evidentemente è un’iniziativa per attirare ancora gli occidentali, da veri mercanti quali sono storicamente gli afghani. Volevo andarci oggi a vedere quell’albero, magari ci andrò domani, perchè il mio Natale è stato un giorno di normale lavoro, anzi più…

View original post 111 altre parole

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: