Skip to content

Quel confine segnato solo dai binari

marzo 4, 2014

Lettere dal Don

DSC_1755

Per capire quanto sia “vicina” l’Ucraina a chi ancora cerca i propri cari dispersi in Russia, bisogna ricordare quanto i due territori si intersechino. La tragica ritirata del Don attraversò tutta l’immensa spianta allora sovietica. E anche oggi si fa fatica spesso a distinguere fra le varie zone. L’esempio più eclatante l’ho ritrovato per esempio a Cerkovo dove ho scoperto molti segni del passaggio italiano. Lì il confine è rappresentato semplicemente dai binari ferroviari. Una stazione che purtroppo scandisce anche dolorosi ricordi, come racconto nel libro “Lettere dal Don”. Ecco un brano.

DSC_1748Cerkovo adesso è tagliata in due. Ci sono i binari a dividere Russia e Ucraina. La ferrovia porta a Martuc, negli Urali. La storia propone cifre drammatiche. Salirono in questa stazione ottocento prigionieri: ne arrivarono vivi dopo un mese di viaggio soltanto quaranta, morirono quasi tutti appena arrivati, i sopravvissuti sono soltanto tre. Proprio accanto alla stazione c’è ancora…

View original post 163 altre parole

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: