Skip to content

GUERRA PARTIGIANA – poi venne la Benedicta, ma non fermò la lotta – 3°parte

marzo 24, 2014

Vento d' Aprile

I tedeschi ed i fascisti avevano un vitale interesse a spadroneggiare nel tratto di costa ligure che va da Vado a Genova, e di non avere sorta di intralci sulle grandi linee di traffico – ferroviarie e stradali -che attraversandone il retroterra ne colle  gano porti, depositi petroliferi  ed aziende chimiche ai capoluoghi del  “Triangolo industriale”.  E’ per tale ordine di ragioni che concentrarono ed impiegarono intensamente unità militari di  alta specializzazione: SS e polizia antiguerriglia gli uni, SS italiane,“S.Marco” e parte della “Monterosa” gli altri.   I comandanti ed   i comissari politici delle prime formazioni  partigiane, il CLN a seguire, capirono bene quanto fosse importante sabotare alla fonte la produzione ed il trasferimento dei prodotti, danneggiare ed interrompere le vie ed i mezzi  di trasporto (dopo la primavera del ’44), avviando l’organizzazione della rete del vettovagliamento per chi combatteva in montagna.  Così si spiega la crescente…

View original post 1.903 altre parole

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: