Skip to content

GUERRA PARTIGIANA – La VI Zona operativa ligure ” Sutta a chi tuca! “- 4° parte

aprile 22, 2014

Vento d' Aprile

L’attività bellica delle formazioni partigiane della ” VI zona” si svolse su un territorio che può ben identificarsi nel retroterra di Genova, con una significativa espansione verso quel sistema montuoso trasversale che, orientandosi da Ovest ad Est  dal “Bric di Gorrei”(870 mt.) nel basso alessandrino, comprende in successione il M.te Figne,il M.te Antola il Carmo, il Lèsima, il Penna e l’Aiona,tutte cime sui 1700 mt. ubicate nelle provincie di Pavia, Alessandria e Piacenza.   La VI° è stata indubbiamente cuore e sistema nervoso  della lotta antinazifascista in Liguria, che si andò progressivamente strutturando e consolidando con particolare efficacia. Chi osservi attentamente la distribuzione di questi Appennini, ne comprende bene la portata strategica di questi insediamenti partigiani, e la costante minaccia che dalle loro azioni derivava alle vie di traffico dell’occupante, verso tutta l’area del Nord-Ovest d’Italia. Il primo nucleo di una decina di uomini, da Lavagna e Chiavari, salì al…

View original post 1.294 altre parole

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: