Skip to content
Galleria

Corpo Forestale dello Stato – Arma dei Carabinieri. “I forestali non vogliono morire carabinieri.”

DonneManager♔diNapoli.com

Nel silenzio più o meno generale della politica che conta e di molti media, l’Italia sta per disperdere le competenze e la specificità di una delle proprie eccellenze: il Corpo Forestale dello Stato. Dopo il via libera della Camera, infatti, il Senato si appresta a licenziare il ddl delega relativo alla riforma della pubblica amministrazione che, contrariamente a quanto si poteva immaginare, non prevede il naturale accorpamento dei forestali con la Polizia di Stato, con l’obiettivo di istituire una specialità così come oggi già avviene per la Polfer e la Stradale.

Si è deciso, infatti, uno “spezzettamento” della nostra Polizia ambientale e agroalimentare che rischia di non servire a nessuno, che disperde professionalità e che, soprattutto, vanifica le buone intenzioni di chi – ministro Madia in testa – sta lavorando da un anno per riformare l’apparato della sicurezza, ridurre sprechi e inefficienze, unificare almeno parzialmente le forze dell’ordine e…

View original post 332 altre parole

Annunci

FAST INFORMA: NIENTE RIMBORSO 730 AD AGOSTO. L’inps chiarisce.

Fast-Confsal Piemonte

Oltre al “pasticcio” della 14sima non erogata a circa 80mila pensionati (come riportato da Il Giornale), una brutta sorpresa è stata riservata a una nutrita schiera di lavoratori in pensione che andando a visualizzare il proprio cedolino, mediante l’apposito “pin”, non hanno riscontrato il “consueto” conguaglio del 730.

Incalzata dalle richieste di chiarimenti a pioggia, l’Inps ha pubblicato un comunicato stampa (qui sotto allegato), per spiegare l’accaduto e “tranquillizzare” gli interessati.

Il problema, ha spiegato l’istituto, è dipeso dalle criticità legate alla nuova dichiarazione precompilata e alla proroga della consegna (per quelli presentati tramite Caf e professionisti) al 23 luglio.

La conseguenza è stata l’avvio di una procedura d’urgenza con la quale si è provveduto a scadenzare in date di pagamento diversificate i conguagli in base ai termini di presentazione, ma anche ad assicurare la consueta erogazione dei rimborsi.

Pertanto, rassicura l’istituto, per chi ha presentato il 730 entro il…

View original post 110 altre parole

Cambio in corsa

TASHAKOR

Nico Piro in Sierra Leone, durante l'epidemia di Ebola In Sierra Leone, durante l’epidemia di Ebola

Dopo un lungo (troppo) periodo di abbandono, ritorno ad occuparmi del mio blog. Motivi dell’abbandono? Variegati…in ordine d’importanza: progetti di lungo periodo (Alexander e Caterina), l’impossibilità di tornare in Afghanistan con la frequenza di una volta (legata a scelte editoriali non mie), il tentativo di mettere insieme tutto il lavoro di questi anni sull’Afghanistan in un libro che non ha ancora visto la luce e altri progetti come il documentario su Ebola.
Comunque sia, ci risiamo. Su questo blog continueremo ad occuparci di crisi, conflitti e notizie dimenticate in generale, con meno enfasi sull’Afghanistan (anche per il motivo citato sopra.
Intanto per i prossimi mesi mi dedicherò soprattutto a “Killa Dizez” il documentario sull’epidemia di Ebola in Sierra Leone che non avendo – per ora – trovato spazio in tv circolerà tra proiezioni e iniziative varie.

View original post

KILLA DIZEZ – Vita e morte al tempo di Ebola

TASHAKOR

KILLA DIZEZ – TRAILER ITALIA from Nico Piro on Vimeo.

“Killa Dizez – Vita e morte al tempo di Ebola” un documentario prodotto, filmato e diretto dal giornalista Nico Piro, racconta dell’epidemia di questo virus mortale in Sierra Leone attraverso le storie degli operatori che combattono la malattia, dei pazienti, dei sopravvissuti al contagio e del popolo della Sierra Leone costretto ad affrontare la peggiore epidemia di un male incurabile dei tempi moderni.
Per proiezioni e informazioni eboladocu@gmail.com – Disponibile sia in italiano che in inglese

Sinossi:
Mentre la vita sembra scorrere normalmente a Freetown, la Sierra Leone sta affrontando la peggior epidemia di un virus letale dell’era moderna. Il pericolo del contagio è dappertutto, la “Killa Dizez” (la malattia assassina, altro nome gergale di Ebola in lingua krio) ha già ucciso migliaia di persone e anche quando sembra aver rallentato la sua marcia, riemerge feroce e colpisce di…

View original post 206 altre parole

Un altro figlio che ritrova il padre

Dimenticati di Stato

Cartura (PD), 9 luglio 2015

Sono nato nel 1940, tra poco compio 75 anni.

Mio nonno Menorello Antonio, nullatenente ed analfabeta, morì, internato di guerra, nel 1919, quando mio padre, nato a Arre (Pd) il 6.2.1915, aveva quarrtro anni.

Mio padre, Menorello Mario, nullatenente ed analfabeta, morì, internato di guerra in Germania, dopo l’8 settembre del 43, morì nel 1944, quando io avevo quattro anni.

Stasera, ho conosciuto dove è sepolto mio padre.

Grazie. Grazie e congratulazioni per il lavoro svolto: oltre che per il titolo del sito internet molto ben esatto!

Fernando Menorello – Cartura (Padova)

Caduto Menorello Mario, nato il 6 febbraio 1915 ad Arre (Padova). Deceduto a Braunschweig (Bassa Sassonia) il 6 aprile 1944. Sepolto ad Amburgo / Hauptfriedhof Öjendorf / Cimitero militare italiano d’onore (Germania). Posizione tombale: riquadro 1 / fila R / tomba 39. Fonti: Ministero della Difesa.

Ps.: allego una foto di un…

View original post 62 altre parole

Paesi fantasma e villaggi abbandonati parte VII: Reneuzzi

NAZIONE OSCURA CAOTICA

Dossier Villaggi fantasma Parte VII.
Questa volta parliamo di un paese nella parte più remota della Val Borbera, in provincia di Alessandria, ma non lontano dal confine ligure e da luoghi di cui abbiamo già parlato per altri motivi (come la Val Boreca). Si tratta di uno dei molti paesi abbandonati dell’Appennino, ma le sue particolarità lo differenziano dalla maggioranza degli altri paesi, sia perché si tratta di un paese con tanto di chiesa e cimitero (e quindi non una semplice frazione), ma soprattutto perché il suo nome è legato a un tragico fatto di cronaca sanguinario e alle apparizioni di un fantasma.
Stiamo parlando di Reneuzzi.
Ponte per Vegni (ultimo paese abitato prima di Reneuzzi) Ponte per Vegni (ultimo paese abitato prima di Reneuzzi) Reneuzzi Reneuzzi
Renèuzi, Renèusi o Renéixi in dialetto, si tratta di uno dei tanti paesi svuotati a causa dell’immigrazione del Secondo dopoguerra degli abitanti verso le città (o l’America) a causa del boom…

View original post 831 altre parole

Gli ignoranti restino a casa

winckelmann in venedig

dsc_0724

Lei è elegantuccia nel suo vestito rosa carico, lui è classico-sportivo: pantaloni e polo blu, occhiale nero. Lei presumibilmente sui 35-40, lui direi sui 40-45. Li noto arrivando col vaporetto, o meglio me li fa notare il marinaio che si prepara all’approdo quando dice: ara i do mona de turno. Sgambettano e saltellano e passeggiano divertiti sui blocchi di pietra d’Istria che fanno da cornice e basamento al Monumento alla Partigiana che Augusto Murer e Carlo Scarpa hanno creato nel 1961 per la riva davanti ai Giardini della Biennale.
La borsetta di lei, del medesimo rosa carico del vestito, è appoggiata graziosamente su uno dei blocchi di pietra. Mentre mi appresto a scendere faccio voti affinché uno dei due conosca che le alghe son peggio della buccia di banana e finisca in acqua, ma purtroppo non succede.
Quando scendo e mi avvio per la riva, i due insemenii (vulgo:…

View original post 280 altre parole